ABOUT

The story of a group of friends, the “rebel boys” who made Barolo become the best wine in the world,
filmed in the marvellous scenery of Langhe hills, Italy.

A film by Paolo Casalis and Tiziano Gaia
64′ / Subtitles available in English + (only on Reelhouse) Spanish, Croatian, Catalan
Produced by Stuffilm

For the first time on the big screen, Barolo Boys. The Story of a Revolution tells the fascinating story of a group of friends who bring a revolution in the Langhe, and how Barolo exploded as a world phenomenon.
Now one of the most famous red wines in the world, 30 years ago Barolo was unknown even in its own production region, the beautiful Langhe (just nominated UNESCO World Heritage Site), in northwestern Italy.
Barolo’s current success is mainly due to the courage and initiative of a group of small-scale wine producers, the so-called Barolo Boys.
In the optimistic Eighties, these winemakers upset the quiet world of the Piedmontese countryside and brought about a revolution in Italian wine, igniting a fierce controversy between different generations and different ways of thinking.
After almost 30 years, what is left of that experience? As one of the film’s characters asks, what revolution has ever been successful?
Barolo Boys. The Story of a Revolution traces the short but intense trajectory of a group of producers who indelibly changed the world of wine.

With (among the others):
Elio Altare, Chiara Boschis, Marco de Grazia, Giorgio Rivetti, Roberto Voerzio
With the special participation of:
Carlo Petrini, founder and president of Slow Food
Oscar Farinetti, president of Eataly
Joe Bastianich, narrator voice, for the first time on the big screen

FESTIVAL

Il meraviglioso paesaggio delle Langhe fa da sfondo alla storia di un gruppo di amici, i “ragazzi ribelli” che hanno reso grande il vino italiano, tra conflitti generazionali, geniali intuizioni e polemiche mai sopite.
Un film di Paolo Casalis e Tiziano Gaia
64′ / Sottotitoli in Italiano, Inglese, Spagnolo, Croato, Catalano
Una produzione Stuffilm

Langhe, Piemonte meridionale, 1983.
Elio Altare, un giovane contadino stanco delle proprie misere condizioni di vita, scende nella cantina del padre e con una motosega demolisce le vecchie botti per l’affinamento dei vini. È la scintilla che appicca il fuoco rivoluzionario sulle colline del Barolo, dove una nuova generazione di piccoli produttori, partiti con scarsi mezzi e animati da un inedito spirito di squadra, andrà alla conquista dei mercati di tutto il mondo.
Questo gruppo passerà alla storia col nome di “Barolo Boys”: Elio Altare, Chiara Boschis, Giorgio Rivetti, Roberto Voerzio e Marco de Grazia sono alcuni dei protagonisti di questa storia di coraggio e determinazione.
Ma è anche una storia controversa e difficile: per anni una feroce guerra ideologica li ha visti contrapporsi alla generazione dei patriarchi, fieri oppositori delle novità introdotte dai figli ribelli della Langa; lo stesso Elio Altare, leader dei “modernisti”, sarà diseredato dal padre. A distanza di quasi trent’anni, che cosa resta di quell’esperienza?
E più in generale, come domanda uno dei protagonisti del film, “Quale rivoluzione ha mai avuto successo?”. “Barolo Boys. Storia di una Rivoluzione” traccia la parabola, breve ma intensissima, di un gruppo di produttori che ha cambiato in modo indelebile il mondo del vino.

Con (tra gli altri): Elio Altare, Chiara Boschis, Marco de Grazia, Giorgio Rivetti, Roberto Voerzio
Con la partecipazione di:
Carlo Petrini, fondatore e presidente di Slow Food
Oscar Farinetti, presidente di Eataly
Joe Bastianich, voce narrante del film

BaroloBoys_ita_cover

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s